La collezione di cartoline Rotating Header Image

2396 Villa Ruffo Scaletta – Roma

2396

2396

2396 – Villa Ruffo Scaletta – Roma
Spedita, e firmata, il 29 maggio 1905 dal Principe della Scaletta al Regio Commissario Prefettizio di Artena Cav. Alfonso Persico
editore: Tricromia Danesi Roma, via Bagni

from: Undici secoli di storia dei Ruffo di Calabria
Rufo Vincenzo Principe della Scaletta, nacque nel 1888 a Roma dove morì nel 1959. Balì di Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, prese parte alla prima grande guerra. Ufficiale di aviazione fu pluridecorato. Uomo di cultura vasta e dai molteplici interessi, conseguì le lauree in legge ed in filosofia; studiò l’ebraico e l’arabo, che molto gli giovarono nei sui studi sulla cultura religiosa dell’antico Egitto ed in quelli archeologici. Fu con Don Sturzo e con Alcide De Gasperi un fervente sostenitore del Partito popolare, del quale influenzò la politica estera indirizzandola verso concezioni societarie e sovranazionali. Di questo partito fu anche membro della direzione e del consiglio nazionale. Nella sua villa di Roma, senza badare al loro colore politico, ospitò rappresentanti dell’antifascismo ogni qual volta questo servì a sottrarli alla polizia del Regime . Rivestì varie cariche politiche e pubbliche. Nel dopoguerra fu consigliere comunale di Roma, Presidente dei Probi viri della Democrazia Cristiana e presidente della Cassa di Risparmio di Roma.




Visualizzazione ingrandita della mappa

3450 – Augurale (Buon anno)

3450

3450

3450 – Cartolina augurale

“Buon Anno”


3452 – Natalizia (Christmas postcard)

3452

3452

3452 – Cartolina augurale Natalizia

“La luce che Gesù apportò nel mondo colla sua venuta disperda le tenebre che potessero circondare la tua mente ed il tuo cuore nel cammino della vita”


1822 – Iano (Montaione) – Villa California 1911

1822 – Toscana – Iano (Montaione) – Villa California
Editore Tito Giovannelli – annullo del 13 luglio 1911

residenza per vacanze in Toscana – con autografo di Ermelinda Marcovaldi Casalini che spedisce ai coniugi Persico

3853 – Villa California, residenza per vacanze in Toscana – Iano (Montaione) – stampa fotografica con autografo di Ermelinda Marcovaldi Casalini che spedisce alla zia Adele Persico dei Conti Veneziani: “Zia Carissima, eccomi a lei per darle mie notizie. Dopo la mia breve malattia sono corsa un poco qua per rimettermi un poco, e posso dire che quest’aria balsamica ha tanto giovato al mio fisico un po scosso. Ora sto benino e spero fra giorni ritornare a Roma. Credo che avrà appreso a mezzo del giornale d’Italia l’avvenuto matrimonio di Tina. Tante cose allo Zio ed a Lei bacioni, dalla nipote sua Ermelinda”

annullo Montaione dell’ 11 marzo 1913


3360 – Villa California, residenza per vacanze in Toscana – Iano (Montaione) indirizzata a Nobil Donna Adele Persico“Zietta Carissima, rientrando in Villa abbiamo trovato la sua cartolina che abbiamo gradito immensamente. Sempre il mio pensiero è con Lei che tanto buona e gentile è stata con noi. Lucia ed Umberto sono qua. Volevo scriverle più lungamente, ma sono occupata. Scriverò presto ed a lungo. Il terremoto si sentì appena e tutto andò tranquillo. Saluti e tante cose a Giovanni. Allo Zio abbiamo inviato una cartolina. Carmine Umberto e Lucia inviano saluti affettuosi. Ed io baci tanti. Sua nipote Ermelinda”

annullo Montaione del 24 settembre 1911 – editore Tito Giovannelli 10368

dal sito www.ifiamminghi.it, immagini di oggi e la storia della villa:

Villa California oggi

la storia di Villa California
Liberty-allures voor het Ottocento palazzo. Na de onvermijdelijke smart gaan de werken in California, net als het leven van alledag, gewoon verder. Maar, de stem van de patriarch die diep in zijn hart een buitenmens was, verbleekt nu onder de lokroep van de moderne liberty-stijl. En de meest frivole versierselen worden aangebracht. Het heft is nu met name in handen van de echtgenoot van de enige dochter van de bouwheer: Fabio Luigi Pescatori. Hij overlaadt zijn nieuwe woonst met kostbare schilderwerken, die hij overbrengt van het Palazzo Pescatori, gelegen in het hart van het naburige Peccioli. En, mede dankzij de ontdekking van belangrijke marmer- en onyxmijnen op het terrein rondom het landgoed, worden er tal van belangrijke personen ontvangen. Voor het uitbreken van de Eerste Wereldoorlog ontvangt de nieuwe meester van het palazzo Martha Marcovaldi Musil, schoonzus van bouwheer Casalini’s weduwe Ermelinda Marcovaldi. Karl Corino vermeldt het verblijf trouwens in de biografie die hij eind de jaren ’80 van de vorige eeuw pleegde over haar echtgenoot, de bekende Duitse kunstenaar Robert Musil.

Google translation